Servizio-CCL.ch
Servizio-CCL.ch Logo Unia

Contratto Unia CCL per i rami professionali della carrozzeria

Versione del CCL

Contratto collettivo di lavoro : dal 01.10.2018
Conferimento dell’obbligatorietà generale: 01.10.2018 - 30.06.2022

Criterio di selezione (51 su 51)

Dettagli CCL conformemente al criterio di selezioneinizio pagina

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCL

Tutta la Svizzera

Ramo professionale

Carrozzerie

Responsabile del CCL

Vincenzo Giovanelli

Numero di occupati assoggettati

5'113 (2018)

Numero di aziende assoggettate

1'118 (2018)

Campi di applicazione

Campo d'applicazione geografico

Vale per tutto il territorio svizzero, ad eccezione dei Cantoni VD, VS, NE, JU, FR e del distretto amministrativo del Giura bernese (eccezione in tali Cantoni: i datori di lavoro e i dipendenti membri di una delle parti contraenti); Nel Cantone di GE senza l'art. 36 (Salari minimi) e l’art. 37 (Trattative salariali).

Articolo 3.1

Campo d'applicazione aziendale

Il CCL si applica a tutte le aziende associate all’USIC in tutta la Svizzera; a tutti i datori di lavoro ed ai dipendenti dei rami della carrozzeria, a tutti i settori artigianali affini di un’azienda.

Articolo 3.2

Campo d'applicazione personale

Il CCL si applica a tutti i dipendenti delle aziende che rientrano nel campo d’applicazione aziendale e territoriale.

Dipendenti non sottoposti al CCL
a) i titolari di aziende ed i loro familiari, come da articolo 4, cpv. 1 Legge federale sul lavoro (LL).
b) I dipendenti il cui grado di occupazione è inferiore al 40% della durata normale di lavoro.
c) i dipendenti che eseguono prevalentemente lavori amministrativi.
d) i dipendenti occupati con funzioni quadro a cui sono sottoposti dei collaboratori, nonché quei collaboratori che, in base alla loro posizione o responsabilità, dispongono di ampi poteri decisionali all’interno dell’azienda oppure possono influenzare in modo determinante le decisioni.

L’art. 23 «Durata del lavoro», l’art. 27 «Vacanze, durata delle vacanze», l’art. 29 «Giorni festivi», l’art. 32 «Assenze giustificate » e l’art. 38 «Indennità di fine anno» del CCL si applicano anche alle persone in formazione.

Articolo 3.3

Campo d'applicazione geografico con carattere obbligatorio generale

L'obbligatorietà generale fa stato per tutto il territorio svizzero, eccetuati i cantoni di Vaud, Vallese, Neuchâtel, Giura, Friburgo e il circondario amminstrativo del Giura bernese del cantone di Berna.

Obbligatorietà generale: articolo 1

Campo d'applicazione aziendale con carattere obbligatorio generale

L’obbligatorietà generale si applica a tutti i datori di lavoro ed ai dipendenti dei rami della carrozzeria. Sono considerati della carrozzeria:
– carrozzeria e costruzione di veicoli;
– selleria di carrozzeria;
– carrozzeria-lattoniere;
– verniciatura di automobili e carrozzeria-verniciatura di automobili;
– aziende con lavori di carrozzeria particolari (per es. levabolli);
– reparti di carrozzeria in aziende miste.

Obbligatorietà generale: articolo 2

Campo d'applicazione personale con carattere obbligatorio generale

Il CCL si applica a tutti i dipendenti delle aziende che rientrano nel campo d’applicazione aziendale e territoriale.

Dipendenti non sottoposti al CCL
a) i titolari di aziende ed i loro familiari, come da articolo 4, cpv. 1 Legge federale sul lavoro (LL).
b) I dipendenti il cui grado di occupazione è inferiore al 40% della durata normale di lavoro.
c) i dipendenti che eseguono prevalentemente lavori amministrativi.
d) i dipendenti occupati con funzioni quadro a cui sono sottoposti dei collaboratori, nonché quei collaboratori che, in base alla loro posizione o responsabilità, dispongono di ampi poteri decisionali all’interno dell’azienda oppure possono influenzare in modo determinante le decisioni.

L’art. 23 «Durata del lavoro», l’art. 27 «Vacanze, durata delle vacanze», l’art. 29 «Giorni festivi», l’art. 32 «Assenze giustificate » e l’art. 38 «Indennità di fine anno» si applicano anche alle persone in formazione.


Obbligatorietà generale: articolo 2

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga

Se nessuna delle parti contraenti lo revoca in tempo utile, il CCL si rinnova tacitamente di anno in anno con il medesimo termine semestrale di disdetta.

Articolo 17.2

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica

Commissione paritetica nazionale (CPN) per i rami professionali della carrozzeria
Weltpoststrasse 20
Postfach 272
3000 Bern 15
031 350 23 57
www.cpn-carrozzeria.ch
carrosseriegewerbe@plk.ch

Unia:
Serge Torriani
031 350 23 54
serge.torriani@unia.ch

Condizioni di lavoro

Salario e componenti salariali

Salari / salari minimi

Salari minimi ad eccezione del Cantone di Ginevra (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1° ottobre 2018):
categoria di collaboratoriesperienzaall'ora, con 41 ore settimanaliall'ora, con 42 ore settimanalial mese
lavoratori con AFCnel primo anno dopo la procedura di qualificazioneCHF 24.20CHF 23.63CHF 4'300.--
lavoratori con CFPnel primo anno dopo l’ottenimento del certificatoCHF 21.81CHF 21.29CHF 3'875.--
lavoratori senza attestato-CHF 21.38CHF 20.88CHF 3800.--
* I leva bolle vengono trattati come lavoratori qualificati dopo un tirocinio di 4 anni (AFC).

I salari minimi orari si calcolano secondo l'articolo 34.2 CCL con il divisore di 177.7 o di 182 in rapporto al salario mensile.

Cantone di Ginevra 2017 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1° giugno 2017):
Categoria di collaboratoriSalario mensile
Per i lavoratori titolari AFC o CAP:
- nel 1° anno dopo la fine del tirocinioCHF 4'500.--
- dopo un anno di esperienza professionaleCHF 4'680.--
- dopo due anni di esperienza professionaleCHF 4'900.--
- dopo cinque anni di esperienza professionaleCHF 5'100.--
Per i lavoratori titolari di un CFP
– con meno di 2 anni di esperienza professionaleCHF 4'150.--
– con più di 2 anni di esperienza professionaleCHF 4'230.--
– dopo cinque anni di esperienza professionaleCHF 4'690.--
Per i lavoratori senza AFC o CAP:
- con meno di 2 anni di esperienza professionaleCHF 4'050.--
- con più di 2 anni di esperienza professionaleCHF 4'150.--
- con più di 5 anni di esperienza professionaleCHF 4'450.--
Apprendisti carrozzeria-pittura o carrozzeria-lattoneria AFC
- 1° annoCHF 600.--
- 2° annoCHF 800.--
- 3° annoCHF 1'000.--
- 4° annoCHF 1'300.--
Apprendisti verniciare e carozzeria CFP:
- 1° annoCHF 600.--
- 2° annoCHF 800.--

Articolo 36; Appendice 8

Categorie salariali

Categorie salarialiPraticaDescrizione
lavoratori con AFCnel primo anno dopo la procedura di qualificazioneper i lavoratori qualificati dei rami professionali della carrozzeria in possesso dell'attestato di fine tirocinio (AFC)
lavoratori con CFPnel primo anno dopo l'ottenimento del certificatoper i lavoratori con certificato federale di formazione pratica (CFP)
lavoratori senza attestatoa partire dal 20° anno di etàper i lavoratori senza attestato di fine tirocinio nei rami professionali della carrozzeria, a partire dal 20° anno di età

AFC: Attestato federale di capacità
CFP: Certificato federale di formazione pratica
PQ: Procedura di qualificazione = esami di fine tirocinio

Articolo 36; Appendice 8

Aumento salariale

Per informazione:
Ogni anno – al più tardi in novembre – le parti contraenti deliberano su eventuali adeguamenti dei salari minimi e distribuiscono ai loro membri l’accordo supplementare (appendice 8) rivisto e corretto. Questo costituisce parte integrante del CCL.

Articolo 36.2

Indennità di fine anno / tredicesima mensilità / gratifica / premio per anzianità di servizio

Il datore di lavoro deve versare al lavoratore, al più tardi nel mese di dicembre, un’indennità di fine anno pari al 100% del salario mensile medio.

Cantone di Ginevra 2015 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1.12.2015):
Tutti i lavoratori che sottostanno al CCL hanno diritto a un’intera tredicesima mensilità
(100 %) pro rata temporis; la tredicesima mensilità è dovuta anche agli apprendisti.

Articolo 38.1; Appendice 7.3: articolo 5

Assegni per i figli

I lavoratori ricevono con il salario anche gli assegni per i figli e/o la famiglia in base alle disposizioni legali.

Articolo 40.1

Supplementi salariali

Lavoro straordinario / ore supplementari

È considerato lavoro straordinario quello che supera la durata del lavoro fissata a livello d'azienda secondo l'art. 23.1 CCL, fino ad un limite di 50 ore settimanali. Le ore straordinarie devono essere compensate con tempo libero di uguale durata al massimo entro i primi sei mesi dell'anno civile seguente. Un'eventuale compensazione in denaro viene effettuata in base alla prassi aziendale. D’intesa con l’intero personale o con i suoi rappresentanti, le aziende hanno la possibilità di fissare la durata del lavoro (durata normale del lavoro) fino a un massimo di 42 ore settimanali, aumentando di conseguenza i giorni di vacanza (conformemente all’art. 27).

Articolo 26.1 – 26.3

Lavoro notturno / lavoro al fine settimana / lavoro serale

Tipo di lavoroSupplemento
Lavoro notturno (23:00-06:00)
- temporaneo (inferiore a 25 notti per anno civile)50%
- periodico o regolare (pari o superiore a 25 notti per anno civile)compensazione di tempo equivalente al 10% oppure ad un supplemento di tempo libero pari al 10%
Lavoro domenicale e festivo (23:00-23:00)50%

Le ore lavorative effettuate di domenica o in un giorno festivo (art. 26.5 CCL) devono essere compensate con un supplemento di tempo libero pari al 50% nel corso della settimana seguente. Inoltre rimangono applicabili le disposizioni della legge sul lavoro (LL), in particolare il supplemento salariale del 50%.

Articoli 26.4 – 26.6

Lavoro a turni / servizio di picchetto

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Rimborso spese

Lavori fuori sede: indennizzo di tutte le spese

Articolo 39.1

Orario di lavoro e giorni liberi

Orario di lavoro

ore annueore mensiliore settimanali
2132177.741
218418242

D'intesa con l'intero personale o con i suoi rappresentanti, le aziende Hanno la possibilità di fissare la durata del lavoro (durata normale del lavoro) fino a un massimo di 42 ore settimanali, aumentando di conseguenza i giorni vacanza (conformemente all'art. 27 CCL).

Articoli 23.1 e 26.2

Vacanze

Durata delle vacanze per anno civile (in giorni lavorativi):
Categoria di etàcon 41 ore settimanalicon 42 ore settimanali
fino a 20 anni compiuti25 giorni30 giorni
dopo il compimento dei 20 anni20 giorni25 giorni
dopo il compimento dei 50 anni25 giorni30 giorni
dopo il compimento dei 60 anni ed almeno 5 anni di servizio nell'azienda30 giorni35 giorni

Il diritto alle vacanze è calcolato a partire dal mese seguente il compimento degli anni.

Apprendisti cantone di Ginevra:
ApprendistatoVacanza
1° anno (indipende dell'età)6 settimane
2°, 3° e 4° anno (indipende dell'età)5 settimane

Articolo 27

Giorni di congedo retribuiti (assenze)

OccasioneGiorni compensati
Matrimonio2 giorni
Matrimonio di un figlio1 giorno
Nascita di un figlio1 giorno
Decesso del coniuge, di un figlio, figliastro o figlio adottivo3 giorni
Decesso di un fratello o una sorella o dei genitori, suoceri, nonni o nipoti o del genitore sostitutivo nelle famiglie allargate1 giorno
Riforma militare1/2 giorno
Giornata d’informazione per l’arruolamento1 giorno
Trasloco della propria economia domestica, purché il rapporto di lavoro non sia stato disdetto1 giorno

Articolo 32.1

Giorni festivi retribuiti

Quando il lavoratore percepisce i giorni festivi fissati dal diritto cantonale non vi è alcuna trattenuta sul salario. Ciò vale per otto giorni festivi cantonali all’anno e per il giorno del 1° agosto, purchè cadano in un giorno lavorativo.

È considerato lavoro domenicale e nei giorni festivi quello effettuato la domenica e nei giorni festivi fissati in base al diritto cantonale oppure federale. Il lavoro svolto di domenica e nei giorni festivi deve essere pagato con un'indennità del 50%.

Le ore lavorative effettuate di domenica o in un giorno festivo devono essere compensate in primo luogo con un supplemento di tempo libero pari al 50% nel corso dei sei mesi seguenti. Se una compensazione in tempo libero non è realizzabile, tali ore devono essere retribuite con un'indemnità di salario del 50%.

Articolo 26.5 – 26.6, 29.1

Congedo di formazione

I lavoratori, così come i membri della commissione d'azienda e quelli del Consiglio di fondazione delle istituzioni di previdenza eletti dai lavoratori, hanno diritto a due giorni di lavoro remunerato all'anno per il perfezionamento professionale specifico. Tale diritto è trasferibile ai tre anni successivi. La partecipazione ad un corso dev'essere discussa per tempo con il datore di lavoro. Dopo l'avvenuta partecipazione ad un corso bisogna presentare il relativo attestato di frequenza.

I lavoratori sono esortati ad usufruire del diritto al perfezionamento prefessionale personale.

Articolo 22.1

Indennità per perdita di guadagno

Malattia / infortunio

Malattia:
80% per 720 giorni
I premi dell’assicurazione collettiva d’indennità giornaliera sono a carico, in parti uguali, del datore di lavoro e del lavoratore.

Infortunio:
I lavoratori sono assicurati alla SUVA contro le conseguenze degli infortuni. Il datore di lavoro versa l’80% del salario per il giorno dell’infortunio e i due giorni successivi, non assicurati dalla SUVA.
Infortunio non professionale: i premi sono a carico del lavoratore.

Articoli 41 – 43

Congedo maternità / paternità / parentale

Congedo paternità: 1 giorno

Articolo 32.1

Servizio militare / civile / di protezione civile

Tipo di servizio% del salario
Scuola reclute:
- celibi senza obbligo di mantenimento50%
- coniugati e celibi con obblighi di mantenimento80%
Altri periodi di servizio:
- fino ad un massimo di 4 settimane per anno civile100%
- per gli ulteriori periodi di servizio80%
Militari in ferma continuata: 1 mese100%, poi prestazioni IPG

Articolo 44.1

Regolamentazioni in materia di pensionamento / pensionamento anticipato

Possibilità del pensionamento flessibile dal compimento del 55° anno d’età.

Articolo 31

Contributi

Fondo paritetico / contributi per le spese di esecuzione / contributi per il perfezionamento

I lavoratori e i datori di lavoro (per ogni lavoratore) versano un contributo mensile di CHF 30.-- (un contributo di spese di applicazione di CHF 10.--/mensili e un contributo professionale di CHF 20.--/mensili)

Articolo 18.1 – 18.3

Protezione del lavoro / contro la discriminazione

Disposizioni antidiscriminazione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Parità in generale / parità salariale / conciliazione della vita professionale e familiare / molestie sessuali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Sicurezza sul lavoro / protezione della salute

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Apprendisti / dipendenti fino a 20 anni d'età

Subordinazione al CCL:
L’art. 23 «Durata del lavoro», l’art. 27 «Vacanze, durata delle vacanze», l’art. 29 «Giorni festivi», l’art. 32 «Assenze giustificate » e l’art. 38 «Indennità di fine anno» del CCL si applicano anche alle persone in formazione.

Vacanze (a norma di legge):
Fino al 20° anno d’età compiuto: 25 giorni lavorativi
Congedo giovanile (dipendenti fino a 30 anni, per attività giovanili volontarie): 5 giorni di formazione (non retribuiti)

Raccomandazione salariale USIC (carrozziere verniciatore; carrozziere lattoniere e fabbro di veicoli; a seconda dell’anno di tirocinio, salario mensile lordo)
RegioneSalario mensile
Argovia:
- 1° anno di tirocinioCHF 600.--
- 2° anno di tirocinioCHF 750.--
- 3° anno di tirocinioCHF 900.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'100.--
Berna:
- 1° anno di tirocinioCHF 500.--
- 2° anno di tirocinioCHF 650.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'200.--)
- 3° anno di tirocinioCHF 900.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'500.--)
- 4° anno di tirocinioCHF 1'200.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'800.--)
Grigioni (formazione come fabbro di veicoli solo in casi eccezionali):
- 1° anno di tirocinioCHF 550.--
- 2° anno di tirocinioCHF 650.--
- 3° anno di tirocinioCHF 850.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'100.--
Mittelland:
- 1° anno di tirocinioCHF 500.--
- 2° anno di tirocinioCHF 650.--
- 3° anno di tirocinioCHF 800.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'000.--
Svizzera nord-occidentale:
- 1° anno di tirocinioCHF 700.--
- 2° anno di tirocinioCHF 900.--
- 3° anno di tirocinioCHF 1'100.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'400.--
Svizzera orientale:
- 1° anno di tirocinioCHF 550.--
- 2° anno di tirocinioCHF 700.--
- 3° anno di tirocinioCHF 850.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'100.--
Ticino:
- 1° anno di tirocinioCHF 582.--
- 2° anno di tirocinioCHF 672.--
- 3° anno di tirocinioCHF 850.--
- 4° anno di tirocinioCHF 1'077.--
Svizzera centrale:
- 1° anno di tirocinioCHF 650--
- 2° anno di tirocinioCHF 800.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'200.--)
- 3° anno di tirocinioCHF 1'000.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'500.--)
- 4° anno di tirocinioCHF 1'200.-- (tirocinio supplementare: CHF 1'800.--)
Zurigo:
- 1° anno di tirocinioCHF 750.-- (tirocinio supplementare: +20%)
- 2° anno di tirocinioCHF 900.-- (tirocinio supplementare: +20%)
- 3° anno di tirocinioCHF 1'050.-- (tirocinio supplementare: +20%)
- 4° anno di tirocinioCHF 1'250.-- (tirocinio supplementare: +20%)

Cantone di Ginevra
ApprendistatoVacanza
1° anno (indipende dell'età)6 settimane
2°, 3° e 4° anno (indipende dell'età)5 settimane

A partire dal 1.1.2014 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1° novembre 2014):
Categoria di collaboratoriSalario mensile
Apprendisti carrozzeria-pittura o carrozzeria-lattoneria AFC
- 1° annoCHF 600.--
- 2° annoCHF 800.--
- 3° annoCHF 1'000.--
- 4° annoCHF 1'300.--
Apprendisti verniciare e carozzeria CFP:
- 1° annoCHF 600.--
- 2° annoCHF 800.--

Articolo 3, articolo 27.1; accordi salariali 2014 e 2016 (appendice 8); 329a+e CO, Informazioni USIC del 14.4.2011

Disdetta

Termine di preavviso

Durata dell'impiegoTermine di disdetta
Durante il tempo di prova (1 mese)7 giorni
Nel 1° anno di servizio1 mese
Dal 2° al 9° anno di servizio2 mesi
Dal 10° anno di servizio3 mesi

Articolo 48

Protezione contro il licenziamento

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Partenariato sociale

Parti contraenti

Rappresentanza dei lavoratori

Sindacato Unia
Sindacato SYNA

Rappresentanza dei datori di lavoro

USIC – Unione Svizzera dei Carrozzieri

Organi paritetici

Organi d'esecuzione

La Commissione Paritetica Nazionale (CPN) ha quali compiti:
a) di vigilare sull’applicazione e sull’esecuzione di questo CCL;
b) di promuovere la collaborazione fra le parti;
c) di occuparsi delle trattative salariali secondo gli articoli 36 e 37 CCL;
d) di occuparsi delle trattative contrattuali;
e) di promuovere il perfezionamento professionale;
f) di realizzare misure nell’ambito della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute;
g) di emanare tutti i regolamenti necessari all’applicazione del CCL. La CPN può delegare questo compito alla CPP;
h) di emanare le istruzioni organizzative ed amministrative relative alla tassazione dei contributi professionali e delle spese di applicazione per le commissioni paritetiche professionali eventualmente esistenti;
i) di designare la cassa incaricata dell’incasso dei contributi professionali e delle spese di applicazione;
k) di giudicare e decidere in caso di divergenze di opinione e di controversie tra le parti, risp. tra le loro sezioni, riguardanti l’applicazione e l’interpretazione di disposizioni del presente CCL o di una delle appendici che ne sono parte integrante;
l) di determinare e di incassare i costi di controllo, i richiami e le sanzioni contrattuali;
m) di giudicare in materia di assoggettamento di un datore di lavoro al contratto;
n) di regolare e gestire il fondo per la formazione professionale;
o) di trattare i problemi sottoposti dalle commissioni paritetiche
eventualmente esistenti, purchè essi
– escano dal quadro dell’azienda
– si riferiscano all’interpretazione del CCL
– siano di interesse generale;
p) di occuparsi di qualsiasi altro problema o compito che le venga sottoposto;
q) di regolamentare le soluzioni specifiche alle singole aziende in caso di problemi economici.

Articolo 8.3

Partecipazione

Congedo per partecipare alle attività sindacali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni in materia di partecipazione (commissioni aziendali, commissioni giovanili ecc.)

Conforme alla legge sulla partecipazione

Appendice 3

Disposizioni di protezione per i delegati sindacali e i membri delle commissioni aziendali/del personale

La disdetta da parte del datore di lavoro è inoltre abusiva se data:
a) per l’appartenenza o la non appartenenza del lavoratore a un’associazione di lavoratori o per il legittimo esercizio di un’attività sindacale da parte del lavoratore;
b) durante il periodo nel quale il lavoratore è nominato membro di una rappresentanza del personale aziendale o in un’istituzione legata all’impresa ed il datore di lavoro non può provare che aveva un motivo giustificato di disdetta.

Articolo 49.2

Misure sociali / piani sociali / licenziamenti di massa / mantenimento dei posti di lavoro

Le aziende che hanno problemi economici, rispettivamente in presenza di situazioni straordinarie, hanno il diritto di richiedere una soluzione aziendale individuale.
Responsabile della gestione, rispettivamente della decisione circa tali richieste è la commissione CPN. È possibile fare ricorso contro le decisioni della commissione CPN presso il comitato direttore della CPN. Quest’ultimo decide definitivamente. La CPN viene informata in merito agli accordi presi.

Informazione tempestiva (della rappresentanza) dei lavoratori e delle parti contraenti. Devono essere adottate le misure che danneggiano il meno possibile i lavoratori e che meglio servono alla ripresa economica dell’azienda. Possibilità di ricorrere alla consulenza della Commissione Paritetica Nazionale e delle parti contraenti.

Articoli 12.3 e 52

Disciplina sui conflitti

Procedura di conciliazione

LivelloInstituzione responsabile
1° livelloLivello aziendale
2° livelloCommissione paritetica professionale
3° livelloCommissione Paritetica Nazionale
4° livelloTribunale arbitrale

Articolo 11

Obbligo della pace

Le parti contraenti si impegnano a rispettare la pace assoluta del lavoro e rinunciano, per tutta la durata di questo CCL, a misure di lotta, in particolare a scioperi e serrate. Tale principio vale anche per le loro sezioni e per gli organi cantonali, regionali o locali.

Articolo 4.2


Documenti e link  inizio pagina
» Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale
» Commissione Paritetica Nazionale (CPN) per i rami professionali della carrozzeria
» CCL per i rami professionali della carrozzeria 2018 (1794 KB, PDF)
» Regolamento relativo alle ore supplementari per i lavoratori temporanei (a prestito) (13 KB, PDF)

Esportazione inizio pagina
» Documento PDF
» Scarica file Excel
Salario usuale del ramo professionale: inizio pagina
 

    Al momento il suo elenco dei preferiti non contiene alcuna versione di CCL.


Unia Home


Produktion (Version 5.4.9)